Trovi il tempo per amare davvero?

Trovi il tempo per amare davvero?

Qual è il driver della tua vita? Dimostri il bene che vuoi agli altri? Ti vuoi abbastanza bene? In pratica: trovi il tempo per amare davvero?

In questo articolo voglio parlare di una cosa che troppo spesso, nella corsa frenetica della vita quotidiana, si dimentica, ovvero: dimostrare l’amore alle persone davvero importanti nella tua vita.

E’ proprio così: nella corsa frenetica della giornata, tra le varie incombenze, nel turbinio delle scadenze, troppo spesso ci si dimentica di manifestare quello che si prova per le persone care.

In questo articolo, dunque, parleremo:

  1. Che cosa è l’amore;
  2. Perché dimentichiamo l’amore;
  3. La differenza tra amore e vero amore;
  4. Come recuperare i rapporti un po’ trascurati.

Che cosa è l’amore

Con la parola amore si può intendere un’ampia varietà di sentimenti ed atteggiamenti differenti, che possono spaziare da una forma più generale di affetto ad una dedizione appassionata tra persone oppure, nel suo significato esteso, l’inclinazione profonda nei confronti di qualche cosa.

Può anche essere una virtù umana che rappresenta la gentilezza e la compassione, la vicinanza disinteressata, la fedeltà e la preoccupazione benevola nei confronti di altri esseri viventi, ma anche il desiderare il bene di altre persone.

Gli antichi Greci hanno individuato quattro forme primarie di amore:

  • quello parentale-familiare,
  • l’amicizia
  • il desiderio erotico ma anche romantico,
  • infine l’amore più prettamente spirituale.

L’amore in ciascuna cultura, religione, ecc. si manifesta in modo diverso.

Poeti, scrittori e scultori si sono sbizzarriti nel rappresentare e nel descrivere l’amore ma, per ciascuno, ha un volto, un suono o un nome.

Personalmente penso che l’amore abbia diversi significati e venga dimostrato in modi diversi a seconda del nostro carattere, di come siamo cresciuti e dell’abitudine alla manifestazione delle emozioni e sentimenti.

Il problema è che spesso, nel vortice della quotidianità e delle cose da fare si danno per scontate molte cose, tra cui l’affetto.

Quante volte sei uscita di corsa senza dare un bacio al tuo compagno?
Quante volte, magari dopo un giorno difficile, ti sei innervosita con i tuoi bambini che volevano attenzione?
Quante volte hai risposto male ai tuoi genitori perché, magari, ti avevano detto una parola in più?
Quante volte hai criticato o dato per scontato un’amica?

Molto spesso, si danno per scontati momenti che potrebbero essere importanti solo per… per che cosa?

Il poter abbracciare tuo marito è scontato?
Poter prendere per mano il tuo bimbo è scontato?
Poter dire “ti voglio bene” a qualcuno importante è scontato?
Beh, non dovrebbe esserlo.

Perché dimentichiamo l’amore

Proprio poco tempo fa parlavo con una dottoressa che ha vissuto nella sua vita molti drammi, molti eventi dolorosi e non ha mai smesso di lottare o di amare.

Ora, dopo vari lutti importanti e aver vissuto gravi malattie su se stessa e sui suoi figli, il suo compagno è ricoverato da mesi in terapia intensiva per un problema che ha innescato tanti altri gravissimi problemi.

Lei mi diceva che i problemi gravi avuti prima le hanno permesso di sviluppare delle capacità che, in questo momento, doveva nuovamente tirare fuori per vivere un giorno alla volta.

Lei ringrazia ogni giorno per essere ancora al mondo e si reputa una persona fortunata.

Io la ascoltavo con ammirazione e molta stima, non solo per la persona che è, ma per come affronta tutto questo, non solo per la forza che dimostra ogni singolo giorno, ma anche per l’amore e la dedizione che mette nel curare i suoi cari e tutti i suoi pazienti.

Voglio prendere esempio da persone come lei e ringrazio di averla incontrata sulla mia strada perché mi ha permesso di fermarmi ad osservare, ascoltare e imparare qualcosa.

Alcune volte, per troppo dolore, le persone smettono di amare e quando nonostante tutto, non lo dimenticano, è un grande insegnamento. Altre volte le persone smettono di amare per paura, magari di essere ferite nuovamente; altre volte smettono di amare per orgoglio e si ergono a intoccabili, rendendo spesso difficile avvicinarsi a loro. Altre volte le persone non lo fanno e, allora, trovano davvero la serenità e, forse, la felicità.

Il dolore, però, lo si prova comunque: pensare di proteggersi è solo una illusione.

Dimenticare di dimostrare l’amore, quindi, può essere una scelta più o meno consapevole.

In alcuni casi, si scegliere volontariamente; in altre, è una scelta dettata da bisogni di protezione e, in questo caso, non è nemmeno molto consapevole. Bisogna sempre osservarsi e farsi delle domande, costantemente, per capire cosa c’è sotto.

In altri casi ancora è una scelta dettata dalle regole del gioco, quel gioco della società moderna che non ci fa stare bene: le regole della corsa, del lavorare ad ogni costo e del farsi vedere  o del vedersi sempre di fretta.

Non dico che la fretta non ci sia, ma anche perdere 2 minuti per parlare con una persona amata, dare il bacio quando si va e si ritorna dal lavoro, divertirsi davvero con i propri bambini e prendersi magari 2 secondi per sorridere e per parlare con un collega o semplicemente un vicino di casa o di treno.

La differenza tra amore e vero amore

Ma cosa è l’amore? E soprattutto cosa è l’amore vero?

L’amore per me è dedizione appassionata, istintiva ed intuitiva fra persone, una dedizione volta a dare reciproca felicità e soddisfazione.

Quello che vedo spesso è che l’amore e la dimostrazione dell’amore sembra essere passato un po’ di moda. Nulla rende più affascinante una persona che dimostra amore, affetto, dolcezza, compassione per qualcuno e più questo qualcuno ha bisogno di attenzione, più è ammirevole.

Personalmente ammiro tantissimo le persone che si occupano delle persone bisognose: anche io l’ho fatto per tantissimo tempo ma, fino ad ora, con una bambina piccola, mi è stato molto difficile donare del tempo ad altri al di fuori della famiglia.

Ho capito con il tempo che era giusto così. Il mio ruolo era quello di creare un ambiente sereno familiare per mia figlia e trasmetterle dei valori che potessero rendere il mondo migliore, anche grazie alla sua presenza, alla sua sensibilità e al suo amore verso gli altri.

Per cui, qualsiasi sia il ruolo che ricopri in questo momento, sia di moglie o marito, madre o padre, figlio o figlia e imprenditore o dipendente, puoi sempre fare la differenza nella vita degli altri se ciò che farai, lo farai con amore, mettendolo al primo posto.

Ovviamente non devi dimenticare, in nessun caso e tempo, l’amore per te stesso. Questo è alla base di tutto, per poi ( e solo in un secondo momento ) passare agli altri e ai rapporti un po’ trascurati.

L’amore più prettamente spirituale

Si possono recuperare di rapporti un po’ trascurati.  Come?

  • Puoi prima di tutto accorgendotene e, se non ti costa troppo, chiedere scusa se non hai avuto abbastanza tempo, o ti sei fatta prendere da altre cose.
  • Puoi, negli obiettivi IVE, decidere di dedicare un tempo, più o meno ampio, al recupero dei rapporti. Se non conosci il significato di obiettivo IVE ti consiglio di leggere il mio libro Il Tempo per Me.
  • Puoi decidere di fare una telefonata o mandare un SMS o un emoticon. Leggevo proprio ieri che ci si mette 4 secondi per scrivere un messaggio per cui: perché non utilizzarli  per far felice qualcuno che ami? Magari con un sorriso o semplicemente un cuoricino. La persona che lo riceverà si sentirà pensata  e apprezzata e le cambierai la giornata.
  • Puoi fare dei gesti come quello di portare a casa un mazzo di fiori o una bottiglia di vino. E’ un gesto semplice quanto importante, soprattutto se la persona che lo riceve ha avuto una giornata difficile o sta passando un periodo difficile.
  • Puoi scrivere un bigliettino a mano dicendo semplicemente “ti ho pensato e ti sono vicino”.
  • Puoi programmare qualcosa per i giorni successivi (se non riesci a farlo nella giornata) come, ad esempio, una colazione fuori tutti insieme. Ci metterai solo una oretta ma sarà importante per tutti.

Insomma, spesso per comunicare l’amore ci vuole davvero poco per cui, se lo stai facendo, smettila di proteggerti e vivi. In ogni modo vivi.

Il nostro tempo è fatto di tante diapositive che dovrebbero essere riempite con emozioni semplici quanto positive per cui… riempi le diapositive della tua vita per sentirti ricco, per sentirti un re: lo meriti!
E se trovi tutto questo troppo difficile… beh, ti capisco! Ma credo fermamente che sia possibile per tutti, anche per te. Magari con il supporto di un Time Coach professionista

Commenta

Your email address will not be published. Required fields are marked *