Come rendere armoniche le tue relazioni: i consigli del Time Coaching

Come rendere armoniche le tue relazioni: i consigli del Time Coaching

Hai mai sentito la frase “Nessun Uomo è un’isola”? Sono sicura di si. E’ il titolo di un saggio di Thomas Merton che è stato utilizzato in diversi libri, film e slogan. Dietro questa frase si nasconde un nemico del tempo di qualità molto insidioso: parlo delle relazioni. Come può il Time Coaching venire in aiuto?

Facciamo un passo alla volta.

Nessun uomo è un’isola vuole significare che ogni uomo è una componente integrante dell’umanità, all’interno della quale siamo completamente immersi e connessi con gli altri attraverso infinite relazioni interpersonali. Colleghi, amici, fidanzati, coniugi, conoscenti e persino passanti: siamo tutti personaggi di una storia fatta di interazioni ed equilibrio. Penso che sia inutile spiegare come l’atteggiamento o il comportamento di qualcun’altro possa influenzare non solo il nostro stato d’animo ma addirittura la gestione della nostra vita. Pensa a quante volte non hai parlato, o espresso dissenso, per non provocare la reazione della persona che ti stava vicino in quel momento. O peggio ancora, a quando hai fatto qualcosa che non volevi fare, solo per non deludere o per acconsentire, per non affrontare. Vale sia nel lavoro che nella vita privata. E più terreno del nostro spazio personale lasciamo agli altri, più questi proseguiranno nell’invasione, fino a tenerci in pugno. Può sembrare triste, lo so, ma succede tutti i giorni e gli esempi si sprecano.

Le relazioni personali: l’altra faccia della medaglia

In passato anche io ero una maniaca della lista delle cose da fare (la famosa to-do-list). Ossessionata dal lavoro, dal desiderio di essere sempre efficiente e dalla voglia di non deludere (ancora non ho capito chi, probabilmente me stessa) mi sono fatta più volte condizionare dalle relazioni con i colleghi e con i clienti. Indovina un po’ chi ne pagava il prezzo? Io e la mia famiglia, naturalmente. Quando si è accecati dalle relazioni “dovute”, ci si dimentica di coltivare i rapporti a cui teniamo, quelli con le persone alle quali vogliamo bene, che amiamo. Il tempo passa e, come le pianticelle che non vengono annaffiate, le relazioni appassiscono, diventano aride come la terra secca.
Torniamo sempre tardi a casa dal lavoro: rientriamo di corsa, prepariamo la cena, mettiamo a letto i bambini e ci sono ancora i piatti da fare. “Amore com’è andata oggi?” “Te lo racconto dopo”.

“Dopo” siamo crollati sul letto o sul divano. Suona la sveglia e si ricomincia. Il tempo per i rapporti con i nostri cari è come l’acqua per le piante.

Non rimandare a domani, perché sarà sempre domani. Intanto i giorni passano, i figli crescono, perdi la complicità con il tuo partner, magari anche la voglia di stare insieme. Tutto per cosa?

Sai cosa succede se quel sabato non lavori? Se smetti di controllare le mail alle 19?
Te lo dico io: non succede un bel niente. Il mondo non crolla e i pianeti del sistema solare continueranno ad orbitare.

Quando i “cattivi” siamo noi

Parlando di relazioni bisogna fare attenzione a non identificare sempre il problema con il comportamento degli altri. A volte siamo proprio noi ad avere un’influenza negativa o tirannica su chi ci sta affianco. Spesso è un atteggiamento involontario e non ce ne accorgiamo neanche. Eppure siamo proprio noi a invadere lo spazio personale altrui, a renderli infelici.

Dobbiamo stare attenti: il primo passo per farsi rispettare è rispettare noi stessi, per primi, gli altri. Sul lavoro, nelle amicizie, nella vita di tutti i giorni e, ovviamente in amore. C’è un noto proverbio inglese che dice: “la mia libertà finisce dove comincia la tua.”

Le relazioni e il Time Coaching

Ed è qui che il Time Coaching può fare la differenza. Innanzitutto è importante definire in base a cosa ci sentiamo costretti a fare sempre tutto, quali sono, cioè, le credenze che ci spingono a sacrificare il tempo prezioso che sarebbe da dedicare alle cose e persone che amiamo per dare risposta sempre positiva a quanto richiesto e preteso da altri.

Una volta capito quali siano le credenze, il Time Coaching può aiutare a scoprire come si metta in moto la tua macchina interiore. Cosa fa scoccare la scintilla che lo accende?

Avere la consapevolezza di cosa ci aggancia è importante per non essere in balia di chi ha capito come prenderci e coinvolgerci, facendoci fare tutto quello che desiderano (e spesso pensiamo pure di essere stati noi a scegliere liberamente!).

Quando abbiamo la consapevolezza delle nostre credenze e dell’innesco, possiamo decidere di essere pro-attivi al posto di essere reattivi e di tenere ben salda nelle nostre mani la possibilità di scegliere ciò che è bene per noi e, naturalmente, le nostre relazioni.

Attenzione: spesso credenze e inneschi riguardano proprio le persone che amiamo di più. Sarà, quindi, particolarmente impegnativo trovare un consapevole equilibrio tra il tempo da dedicare a noi stessi e quello per gli altri.

Anche da questo passa la nostra possibilità di essere profondamente felici.

Commenta

Your email address will not be published. Required fields are marked *